Roberta Mazzacane giornalista

Vesco vince la 1000MIGLIA 2022

0 Condivisioni

Da Cervia-Milano Marittima a Roma: 650 chilometri di tappa che termina con la tradizionale passerella in via Veneto

Vittoria per Vesco

Andrea Vesco e Fabio Salvinelli hanno vinto la 1000 Miglia 2022. L’equipaggio numero 46, a bordo di Alfa Romeo 6C 1750 SS ZAGATO del 1929, fa il bis del successo ottenuto nell’edizione 2021. Per Vesco, primo anche nel 2020 a fianco di papà Roberto, c’è la doppia soddisfazione di aver sfatato un tabù che resisteva da 22 anni. Solo Giuliano Cané, tra il 1998 e il 2000, era riuscito a imporsi in tre edizioni consecutive della “corsa più bella del mondo”.

Andrea Vesco:Tutto sta andando per il meglio. Chiudiamo la tappa con un leggero vantaggio ma è quello che ci aspettavamo: è sempre difficile accumulare grande margine dopo il primo giorno con poche prove a disposizione. Le sensazioni per la seconda tappa sono ottime, l’auto sta rispondendo bene. Bene anche l’aspetto climatico: fin qui non abbiamo trovato un caldo eccessivo”.

Gli equipaggi sono tornati in macchina poco dopo l’alba e hanno dato il via alla seconda tappa: da Cervia-Milano Marittima a Roma per oltre 650 chilometri. Motori accesi e road book spalancati, hanno messo nel mirino Forlì, sede del primo Controllo Timbro in piazza Aurelio Saffi. Dopo il bis di Gambettola, il momento più iconico della mattinata con la salita al Monte.

Quest’anno l’approdo di San Marino regala una piacevole sorpresa, con le Prove Cronometrate nella Galleria Montale, che negli anni ’30 ospitò la linea ferroviaria Rimini-San Marino. Qui verrà assegnato il Trofeo Repubblica di San Marino al miglior equipaggio. Il resto della mattinata proseguirà tra le Prove Cronometrate di Mercatino Conca, con la prima Prova di Media della manifestazione (PM Montefeltro), e il suggestivo passaggio nella meravigliosa Urbino, scrigno di bellezza e storia nelle Marche. La Prova di Media di Madonna della Cima condurrà i concorrenti verso la città medievale di Gubbio, dove le auto giungeranno in Piazza Grande, nota per la celebre Festa dei Ceri, una delle più antiche manifestazioni folcloristiche italiane. Gli equipaggi si sfideranno poi lungo le Prove del Valico Gosparini, che offrirà interessanti scorci sul Lago Trasimeno. Alle 13 circa è previsto l’arrivo della prima vettura a Passignano sul Trasimeno, dove sul lungolago sarà predisposto il lunch break.

L’approdo di 1000 Miglia sul Circuito cade inconcomitanza con il MiMo, la seconda edizione del Milano Monza Motor Show iniziata il 16 giugno che si concluderà domani. Precedute dal Ferrari Tribute e dalla 1000 Miglia Green, le auto storiche, poi seguite da 1000 Miglia Experience, hanno fatto il loro ingresso sul tracciato originale per le Prove Cronometrate. Un passaggio che ad ogni occasione rinnova il legame tra la Freccia Rossa e uno dei luoghi di culto dell’automobilismo italiano. Il vincitore del gruppo di prove riceverà il Trofeo del Centenario dell’Autodromo di Monza che celebra, appunto, i cento anni del circuito costruito da Arturo Mercanti.

La rievocazione della 1000 Miglia e l’Autodromo di Monza sono legati a doppio filo fin dall’edizione 2015, quando la gara fece il suo ingresso nel Circuito per la prima volta nella storia. Fu un passaggio simbolico e a suo modo storico. La leggenda narra infatti di una presunta rivalità tra l’Automobile Club di Brescia e Monza dovuta proprio alla nascita dell’Autodromo, costruito in Brianza a pochi mesi dal primo Gran Premio d’Italia disputato nel settembre del 1921 sul circuito stradale di Montichiari. Una delle ipotesi più accreditate è che la 1000 Miglia stessa sia stata, nel 1927, il modo bresciano per riappropriarsi dei riflettori che dal 1922 erano puntati su Monza.

0 Condivisioni
RSS
YouTube
YouTube
LinkedIn
LinkedIn
Instagram